simona_vicari_bio

Simona Vicari è nata a Palermo il 17 marzo del 1967, sposata, è mamma di due ragazze, Alice e Adele.

Senatrice della Repubblica, da giugno 2017 è componente della Commissione (Bilancio). E’ stata relatrice del decreto sud (decreto legge D.L. 20 giugno 2017, n. 91)

Laureata in Architettura con il massimo dei voti, ottiene l’abilitazione all’esercizio della professione di architetto e svolge attività accademica come “cultore della materia”. E’ stata autrice di diverse pubblicazioni: nel 1988, di un progetto di risistemazione di palazzo Kalsa nel centro storico di Palermo; due anni dopo, di un progetto di recupero di un isolato nel quartiere palermitano de Il Capo (“Palermo tra piano e progetto”, Officina Edizioni), nonché degli “Elaborati del Corso di disegno industriale su arredi e mobili di manifattura siciliana di inizio secolo” (1990).

Ha cominciato a dedicarsi alla politica da giovanissima.

Nel 1990, a soli 23 anni, viene eletta al Consiglio Comunale di Palermo, divenendo il più giovane assessore d’Italia, e nel 1992 assume la carica di Assessore con delega al Patrimonio.

Nel 1993 viene rieletta al Consiglio Comunale e nel 1994 costituisce il gruppo consiliare di Forza Italia e ne diventa capogruppo.

Nel 1996, viene eletta all’Assemblea Regionale Siciliana (XII Legislatura), unica donna su 90 deputati, assumendo, dal 1996 al febbraio 1999, la Presidenza della Commissione parlamentare per l’esame delle questioni concernenti le materie di competenza comunitaria, e divenendo componente, dal febbraio 1998 al maggio 2001, della Commissione Regionale Antimafia.

Nel maggio del 2001 viene rieletta all’Assemblea Regionale Siciliana (XIII Legislatura), divenendo componente della IV Commissione Territorio e Ambiente.

Nel 2006 è nuovamente rieletta all’Assemblea Regionale Siciliana (XIV Legislatura), divenendo componente della VI Commissione Sanità.

Contemporaneamente all’attività di parlamentare regionale, assume la guida del Comune di Cefalù dove viene eletta Sindaco nel 1997, guida che manterrà per due mandati, ottenendo per i risultati ottenuti anche riconoscimenti internazionali: nel 1999, le viene consegnata la cittadinanza onoraria della città di New Orleans, e l’anno dopo della città di Slidell in Louisiana. In quegli anni è anche componente del Consiglio direttivo dell’Anci.

Nelle elezioni politiche del 2008 (XVI Legislatura) è eletta Senatrice per il PdL divenendo Segretario del Consiglio di presidenza del Senato, componente della X Commissione permanente (Industria, commercio, turismo) nonché della Commissione Parlamentare per le questioni regionali.  Durante la medesima Legislatura viene nominata Segretario della Commissione straordinaria per il controllo sui prezzi del Senato e assume anche la Presidenza del Comitato per il risparmio e l’efficienza energetica che ha portato alla realizzazione del primo esempio di edificio a risparmio energetico realizzato dal Senato, l’impianto fotovoltaico sull’edificio di via del Trullo n. 506 a Roma adibito ad archivio del Senato. Ha avuto molta rilevanza il suo ruolo di relatrice del cd decreto liberalizzazioni.

Nel frattempo, nel 2012, viene nominata Assessore della Provincia Regionale di Palermo.

Rieletta in Senato nel febbraio 2013 (XVII Legislatura), a maggio entra a far parte del Governo Letta quale Sottosegretario di Stato al Ministero dello Sviluppo Economico, confermata poi in tale incarico, fino a gennaio 2016, anche nel successivo Governo Renzi. Durante il suo sottosegretariato è stata Presidente del Cnac , del Cncu e della prima task force nazionale sulle Smart Cities .

Sempre nel 2013, insieme ad Angelino Alfano e ad altri esponenti di Governo e Parlamento, fonda il Nuovo Centrodestra, divenendone componente della Direzione Nazionale.

Il 29 gennaio 2016, viene nominata dal Presidente del Consiglio Renzi, Sottosegretario di Stato al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti dove si occupa di autotrasporto, piattaforma logistica nazionale, interporti, autostrade del mare, continuità territoriale con le isole, navigazione interna, piste ciclabili e smart cities.

Il 19 maggio 2017 si dimette da Sottosegretario di Stato al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Share This:

Alternativa Popolare
Senato della Repubblica
Facebook
Seguimi su twitter
Newsletter