L’innovazione nel settore dei trasporti è fondamentale per rilanciare la competitività del Paese

“La modernizzazione dell’Italia non può prescindere dal rilancio della competitività delle nostre imprese, realizzabile attraverso interventi mirati in tema di logistica e di intermodalità dei trasporti, quali comparti nevralgici dell’economia. La crescita è il principale obiettivo del Governo, dalla quale dipendono non solo il miglioramento dei conti pubblici, l’incremento dei redditi dei lavoratori e la creazione di occupazione, ma soprattutto il rilancio della produttività e il miglioramento della competitività. Per questo ritengo che l’obiettivo, di un contesto più competitivo nel quale possano operare le aziende va necessariamente declinato nell’ambito di una rinnovata prospettiva, che riesca a salvaguardare la produttività aziendale e a ridurre contemporaneamente le esternalità negative del trasporto, avendo quale ineluttabile parametro di valutazione la sicurezza stradale e sociale, la tutela del patrimonio infrastrutturale e la riduzione dell’inquinamento”. Lo ha dichiarato ieri il Sottosegretario alle Infrastrutture e Trasporti Simona Vicari, intervenuta all’evento organizzato da ANITA (Associazione nazionale delle imprese di autotrasporto e logistica) dal titolo “APRIAMO L’ITALIA ALLE INNOVAZIONI. Ecocombi: una realtà in Europa, un’opportunità per l’Italia.

Share This: